Fisiologia

L'Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci, un'importante prima tappa nello studio della fisiologia.

La fisiologia è la branca della biologia che studia il funzionamento degli organismi viventi ed, in particolare, le modalità attraverso le quali il corpo riesce a mantenere la stabilità dell'ambiente interno.[1] L'etimologia della parola deriva dal greco "φύσις" (physis) e "-λόγος" (-logos), ovvero "studio sui fenomeni naturali". La fisiologia studia i principi chimico-fisici del funzionamento degli esseri viventi, siano essi mono o pluricellulari, animali o vegetali.

Data l'estensione del campo di studi, la fisiologia si divide, fra gli altri, in fisiologia animale, fisiologia vegetale , fisiologia cellulare , fisiologia microbica, batterica e virale.[2] Il Premio Nobel per la Fisiologia o la Medicina è assegnato dal Royal Swedish Academy of Sciences a coloro che raggiungono risultati significativi in questa disciplina. La condizione fisiologica è lo stato in cui si verificano le normali funzioni corporee, mentre una condizione patologica è caratterizzata da anomalie che si traducono in malattie.[3]